Verso maggio


Verso maggio
con un paggio
vo in viaggio.
Non vaneggio,
nè motteggio;
forse è peggio!
Se mi seggo,
più non reggo:
mangio o leggo.
Se non fuggo
qui mi struggo,
ma se fuggo
vado al poggio
e un alloggio
là mi foggio,
sotto un faggio,
con coraggio.
SHARE