Pasta di mais



La pasta di mais è un materiale ideale per la manipolazione e modellazione molto economica e adatta ai bambini essendo realizzata con prodotti naturali.
Simile alla pasta di sale ha il vantaggio che si conserva molto più a lungo non teme l'umidità e si asiuga più velocemnete e facilmente.
Lo svantaggio è che la preparazione avviene tramite cottura dell'impasto.
L'impasto, ben avvolto nella pellicola trasparente può durare anche un mese e se con il tempo la pasta tendesse ad essicarsi, basta passare sulle mani un leggero velo di crema e reimpastarla per alcuni minuti.
Non ci sono limiti alla creazione di oggetti, l'unico limite è la vostra fantasia (ci sono i bambini per questo).
Si possono creare un sacco di oggetti: palle di natale, angeli, macchinine, animali, bambole, bomboniere e tanti oggetti che possono diventare dei regalini originali per la tua festa di battesimo, prima comunione, compleanno, matrimonio.
Praticamente ogni idea può trasformarsi con un pò di creatività un nuovo oggetto da modellare.

INGREDIENTI 

pasta di mais:

•Maizena (amido di mais)
La Maizena, amido di mais, è reperibile in tutti i supermercati nel reparto dolci, serve infatti per fare creme o panettoni più soffici..
•Succo di limone 
Succo di un limone fresco che sbianca e profuma l'impasto
•Acqua
Semplice acqua del rubinetto va benissimo, a temperatura ambiente. 
•Collante
Colla vinilica o colla da tappezzeria o glicerina si ottiene un impasto più elastico e con maggiore consistenza, più facile da modellare.
•Vaselina
Vaselina o glicerina o paraffina liquida per ammorbidire l'impasto.


IMPASTO 
come preparare la pasta di mais:
Quantità
La quantità dipende chiaramente da cosa uno vuole realizzare, ma meglio, se la prima volta, non eccedere, poi con l'esperienza si potrà anche esagerare!
Questo è comunque il rapporto:
• 1 bicchiere di Maizena ( amido di Mais )
• 1 bicchiere di colla vinilica diluiti con 2 cucchiai d'acqua
• 1 cucchiaio da tavola vaselina o glicerina o paraffina liquida, (la glicerina dà alle sculture un aspetto molto ceroso)
• 1 cucchiaio di succo di limone o di lavanda, rallenta l'asciugatura e dà ai manufatti un gradevole profumo.

Impastare
In un recipiente antiaderente (diametro 14/16 cm circa) versare prima la maizena, poi la colla vinilica diluita con un po' d'acqua ed in seguito il succo di limone (o lavanda) e l'olio di vaselina o paraffina.
Mescolate bene il composto fino ad ottenere un impasto liscio e senza grumi.
Porre su un fuoco medio mescolando continuamente con un cucchiaio di legno per circa 7/8 minuti.
Quando l'impasto che si va addensando, si staccherà dalle pareti del pentolino, girarlo ancora un paio di volte, la cottura si verifica quando prendendo un po' di impasto la consistenza è elastica e non troppo appiccicosa.
Far raffreddare l'impasto su un piano liscio e un po' unto, girandolo spesso con il cucchiaio di legno per evitare che si secchi troppo in superficie.
Quando il composto è freddo, si impasta bene e si inizia a lavorare oppure si ripone in luogo fresco avvolto nella pellicola trasparente anche per due mesi.
La pasta di mais è pronta!

Materiali ed accessori 
L'unico strumento indispensabile per modellare la pasta di mais sono ovviamente le dita e le mani, ma tutto può essere molto utile. Ecco una lista:
coltello da cucina e taglieri per tagliare la pasta
matterello o stendipizza per spianare la pasta
rotella da pasticcere
pennello da pasticcere
schiaccia-agli per fare i capelli o fili in genere
cannucce per fare buchi
Stampi per biscotti per fare delle formine
carta d'alluminio
fil di ferro per fare gancetti, aggangiare i vari pezzi e appendere gli oggetti
stuzzicadenti per fare gli occhi e sostenere i diversi pezzi dell'oggetto
pinze o pinzette per ciglie
chiodi di garofano
colino da tè
pezzetti di legno
bacche di ginepro.
E la lista potrebbe allungarsi a dismisura a voi la scelta.

Asciugatura
Questa è una fase molto importante: da una perfetta asciugatura dipende la riuscita e la durata di un oggetto. Questo potrebbe infatti screpolarsi o danneggiarsi in modo irreparabile.

•Gli oggetti in pasta di mais non necessitano di essicatura a forno, si asciugano molto rapidamente se si pongono in un luogo ventilato ma non al sole.
Perchè asciughino uniformemente da tutti i lati, specialmente alla base, girarli più volte in diverse posizioni.

Verniciatura
La pasta al mais essiccata ha un colorito bianco latteo, per ottenere variazioni di tonalità è necessario ricorrere ad una colorazione della pasta, possibile sia a pasta fresca che asciutta.
Vanno usate tempere di ottima qualità per garantire la resistenza del colore alla luce.
La tempera può essere usata per colorare sia oggetti già asciutti, sia la pasta fresca, in entrambi i casi si ottiene una colorazione intensa e gradevolmente opaca.
I colori acrilici sono ottimi per la loro resistenza alla luce, non sbiadiscono con il tempo, generalmente si diluiscono con l'acqua e una volta asciutti diventano indelebili.
I colori trasparenti per vetro danno un effetto cristallino e semitrasparente, a scultura asciutta conferisce un aspetto lucido e vetrato.
Si possono colorare in 2 modi:
•A pasta fresca: si mescola direttamente il colore (tempere, coloranti alimentari) alla pasta, aggiungendolo in piccole quantità, finchè si ottiene la tinta desiderata. E' possibile colorare l'impasto oltre ai colori precedentemente descritti, si possono usare anche dei pigmenti naturali quali caffè e orzo macinati, cacao, zafferano, peperoncino macinato ed altri prodotti simili reperibili in cucina.
La pasta di mais tende a scurirsi asciugando, quindi occorrono poche gocce di colore nell'impasto per avere delle tonalità pastello e qualche goccia in più per avere colori più decisi.
•A pasta asciugata: Dipingere i modelli solo dopo l'asciugatura: in questo caso il modello va colorato quando è perfettamente asciutto, usando colori a tempera o ad acquerello. Dipingere gli oggetti con la seconda tecnica è sicuramente molto più bello e soddisfacente.
La pasta di mais ha una superficie molto liscia e scivolosa, il colore tiene poco va ripassato più volte per ottenere un risultato soddisfacente.

•Decorazioni

Una volta colorato, l'oggetto può essere ulteriormente "abbellito" con fiori secchi, pizzi, nastri e stoffe.

Conservazione
La pasta di mais si conserva bene e non teme l'umidità evitate comunque luoghi molto umidi r molto caldi.
Per quanto riguarda la conservazione della pasta fresca, riponete la pasta solo quando è completamente fredda in dei sacchetti di plastica o in contenitore a chiusura ermetica, state attenti a tenerli ben chiusi, altrimenti la pasta si secca.
La pasta di mais può essere conservata perfettamente anche per due mesi.
Per quanto riguarda invece l’oggetto finito, non c’è limite alla sua durata, purché abbiate avuto l’accortezza di spruzzarlo di vernice trasparente (lucida od opaca).

Consigli
La lavorazione dell'oggetto si può fare anche avvolgendo la porzione di pasta da manipolare con pellicola da cucina.
Rigirare più volte gli oggetti quando al contatto con le mani risultino asciutti in superficie.
Il colore si accentua con l'asciugatura, quindi non bisogna mai dare tinte molto forti per non scurire l'oggetto una volta asciutto.
Ad eccezione dei fiori o dei materiali rivestiti, tutte le creazioni vanno posizionate su un piano liscio, ricoperto con un foglio di alluminio che permetterà di rimuovere l'oggetto semiasciutto da entrambi i lati per poterne completare l'essiccazione.
Per unire gli oggetti sia a pasta fresca che asciutta usate la colla vinilica, se la composizione è asciutta per un incollaggio veloce usate una colla a presa istantanea (tipo Attak) o colla a caldo distribuita con l'apposita pistola.

IDEE DA COPIARE...






Alcune proposte per cominciare a creare con la pasta di mais:










in idee per creare trovi anche:
sassi dipinti lana cotta pasta fimo pasta di mais pasta di sale
SHARE